Perù

Eppure in Perù ce l’hanno pure scritto nella costituzione che bisogna proteggere la vita fin dal concepimento! Precisamente l’articolo 1 della Costituzione Politica nazionale, afferma: “La difesa della persona umana e il rispetto per la sua dignità sono il fine supremo della società e dello Stato”.

Ma con l’aria assassina che tira nel mondo i peruviani hanno pensato che una bella Marcha por la Vida 2016 era meglio farla. In verità la fanno ogni anno, a ridosso della “
Giornata del nascituro”, il 25 marzo, festa dell’Annunciazione dell’Angelo a Maria.

Il 12 marzo però i peruviani hanno superato ogni precedente nel mondo, scendendo in piazza nella capitale Lima in 750.000 (settecentocinquantamila), la più grande manifestazione della storia peruviana e delle marce pro-life. Ma, chissa perché, i media non ne hanno parlato.

Alle stelle l’Arcivescovo di Lima, nonché Primate del Perù, card. Jean Luis Cipriani, che dichiara: “Questa generazione di giovani vuole un Perù diverso nel quale si possa vivere senza esclusioni, senza aborti, alla ricerca di una maggiore dignità per ogni bambino”. Il cardinale, che ha partecipato alla manifestazione, ha aggiunto: «Il Perù sta mostrando all’America Latina e all’Europa che possiamo cambiare mentalità. Bisogna difendere la vita e la famiglia e si deve avere il coraggio di scendere in piazza. Non ci zittiranno. Scenderemo sempre in piazza!». Secondo il porporato, che ha anche letto una lettera di sostegno di Papa Francesco, “Non possiamo lasciar passare che si dica che l’aborto è un diritto, perché è un omicidio!”.

La Marcia di quest’anno, che ha avuto come titolo “Nostro primo diritto: la Vita”,  ha visto balli e spettacoli lungo tutto il percorso e un concerto a conclusione. Fra le testimonianze dal palco va certamente citata quella di Liana Rebolledo, violentata a 12 anni, e rimasta incinta. La donna che – nonostante le difficoltà – ha dato alla luce il bambino, ha detto, con l’autorità che le deriva dalla sua tragica, ma infine felice, esperienza:  “L’aborto non risolve nulla”.

The following two tabs change content below.

About The Author

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close