“Cristiani per la Nazione” è un movimento che nasce con lo scopo di riunire e coinvolgere tutti quelli che in italia credano sia ormai necessario attuare una vera e propria “Riforma” della società, ripartendo dall’etica cristiana e i suoi valori. Per fare ciò è necessario che tutti coloro che sentono questa responsabilità, possano aggregarsi, dialogare, confrontarsi, e proporre interventi, sensibilizzando le coscienze di altri credenti e dell’opinione pubblica al tempo stesso, per giungere insieme ad essere luce del mondo e sale della terra in ogni area della società.

 

IL MANIFESTO DI “CRISTIANI PER LA NAZIONE”

 

Noi di “Cristiani Per la Nazione” riteniamo indispensabile l’applicazione dei valori cristiani nella vitapolitica e sociale del nostro paese, quali principi ispiratori di un buon governo. Un governo di giusti che rimettano al centro dell’agenda politica l’equità, la famiglia, la solidarietà sociale, l’etica e la moralità basate sui principi cristiani.

I credenti cristiani non possono vivere ritirandosi dalla società, con la conseguenza dell’allontanamento dalla stessa e dalle responsabilità secolari. Ciò infatti, negli anni, ha portato ad un crescente imbarbarimento della politica che, senza una forte affermazione dei valori cristiani ad ogni livello della rappresentanza, rischia di rimanere senza soluzione. Per questo noi di “Cristiani Per la Nazione” riteniamo che sia, oggi più che mai, diventato indispensabile il rispetto dei valori veri, unici ed ineludibili della vita. La difficile fase politica ed economica che viviamo è diretta conseguenza della grande confusione e del totale disorientamento che è stato generato dal tramonto dei blocchi ideologici, sconfitti dalla storia. La fase post-ideologica che viviamo non è riuscita a dare risposte concrete al paese perché non ha saputo sostituire ad una società ideologizzata un nuovo sistema-paese basato sul primato di valori condivisi. Per questo è quanto mai necessario impegnarsi per un nuovo progetto politico che forte delle sue radici Cristiane si contrapponga ad un sistema di vuoti simbolismi politici creati da pseudo partiti senza idee né valori che talvolta si coalizzano e talaltra si contrappongono al solo fine del mantenimento del potere.

L’auspicata apertura ai valori Cristiani nella quotidianità della politica e del vivere sociale assurge a carattere legittimante per ogni rappresentante del movimento, fornendo a tutti ed a ciascuno quel supporto culturale che ci porrà al di sopra del partitismo corrente, scaduto in un coinvolgimento di stampo esclusivamente clientelare, mercantile o basato soltanto sulla mera contestazione.

I valori che stanno a fondamento del movimento di “Cristiani Per la Nazione” rappresentano la bussola per far tornare l’Italia alla “Politica” vera, ossia ad una sana gestione della cosa pubblica
che abbia come unica e sola finalità il raggiungimento del bene comune. E’ questa la missione di “Cristiani Per la Nazione” che si propone all’Italia come unica e vera forza riformatrice del nostro
Paese. Cristiani Per la Nazione, quindi, rappresenta l’unica alternativa ideologica in grado di rispondere alla crisi che investe la nostra società; crisi che le forze politiche intendono risolvere soltanto attraverso svariate riforme, mentre la soluzione che “Cristiani Per la Nazione” propone è la “RIFORMA”, cioè una sorta di rifondazione culturale, ovvero una trasformazione radicale della mentalità diffusa, degli usi e dei costumi della società odierna, in particolar modo dell’attuale classe politica.

 

PRINCIPI DI ISPIRAZIONE DELL ARIFORMA

 

La società attuale è sintetizzata in modo esauriente dai seguenti passi biblici:

“Infatti dove c’è invidia e contesa, lì c’è turbamento e ogni cattiva opera malvagia” (Giacomo 3,16)
“Il re rende stabile il Paese con la giustizia ,ma chi riceve regali lo manda in rovina” (Proverbi 29,4)

E dai seguenti scritti:

“Chi cerca rimedi economici a problemi economici è su falsa strada; la quale non può che condurre se non al precipizio.

Il problema economico è l’aspetto e la conseguenza di un più ampio problema spirituale e morale”
                                                                                                                                                                            L. Einaudi

“Una crisi è la più grande benedizione che può capitare ai popoli e ai paesi, perché tutte le crisi portano progresso.

La creatività nasce dalle difficoltà.

E’ dalla crisi che nasce l’inventiva.

Chi supera la crisi supera se stesso senza essere superato.

Senza crisi non ci sono sfide e senza sfida la vita è una routine.

E’ dalla crisi che affiora il meglio di ciascuno.

Parlare della crisi significa promuoverla, mentre non nominarla vuol dire esaltare il conformismo.

Piuttosto lavoriamo duro. Finiamola una volta per tutte con l’unica crisi che ci minaccia, cioè la tragedia di non voler lottare per superarla”.
                                                                                                                                                                                                                                                A. Einstein

“Affermiamo che Dio è tanto il Creatore quanto il Giudice di tutti gli uomini. Dovremmo perciò condividere con lui la preoccupazione relativa alla giustizia e alla riconciliazione della società umana, e alla liberazione dell’uomo da qualsiasi forma di oppressione… Anche per questo esprimiamo il nostro pentimento sia per aver, talvolta, considerato l’evangelizzazione e i problemi sociali come entità reciprocamente esclusive. Benché riconciliazione con gli uomini non significhi riconciliazione con Dio, ne l’azione sociale sia da identificare con l’evangelizzazione, e neppure liberazione politica significhi salvezza, affermiamo ciononostante che l’evangelizzazione e l’attività sociopolitica fanno parte, ambedue, del nostro dovere cristiano…                                                                                                                                                                                                                               Patto di Losanna (1974), Par. 5

 

FINALITA’ DEL MOVIMENTO

 

Noi ci impegniamo per:

1. Un’Italia delle autonomie in un Europa delle regioni , in un mondo multipolare e solidale.

2. Un Paese in cui creare una famiglia composta da un uomo, una donna e la loro prole sia riconosciuto c ome un capitale sociale imprescindibile per la nazione.

3. Un Paese in cui i cittadini stringano un patto di cittadinanza basato su diritti e doveri civici e su responsabilità personali e collettive.

4. Un Paese la cui architettura istituzionale favorisca la partecipazione, il ricambio, la trasparenza e la rappresentazione del pluralismo sociale.

5. Un Paese libero che rispetti la responsabilità di ciascun soggetto di cui è composto: cittadini, famiglie, associazioni, imprese, sindacati, comunità di fede, stato, ecc. favorendone l’assunzione di doveri e diritti specifici ai compiti di ciascuno ed incoraggiando la collaborazione tra loro.

6. Un Paese in cui lo Stato non sia intrusivo e accentratore, ma si limiti alle sue sfere di competenza, favorendo i cittadini ed i corpi intermedi della società nel compito di concretizzare il bene comune.

7. Un Paese laico e per questo rispettoso delle comunità di fede, senza attribuire ad una o ad alcune condizioni di privilegio, ma favorendo l’eguale libertà e pari opportunità per tutte.

8. Un Paese che rispetti la vita, dal concepimento alla morte naturale, anche nelle fasi di fragilità.

9. Un Paese in cui la scuola sia libera, ma sempre un bene pubblico.

10. Un Paese in cui fare impresa sia una vocazione incoraggiata.

11. Un Paese in cui i poveri e i deboli siano sempre presenti nell’azione di tutti. Ciò non significa idealizzare la povertà e la debolezza, ma responsabilizzare tutti a vivere in modo solidale.

12. Un Paese in cui la parola sviluppo sia coniugata con la valorizzazione dell’ambiente, il rispetto dei lavoratori, la responsabilità sociale, la diffusione della cultura, la solidarietà internazionale.

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Close