Category Archives Religioni & Fede

war room

Alle elementari, una delle mie maestre un giorno ci raccontò una storiella che probabilmente tutti conoscono: diceva che Dio creò l’uomo con due orecchie ed una sola bocca affinché ascoltasse il doppio di quanto parlasse. La storiella mi impressionò parecchio e rimase impressa nella mia mente.

Dietrich Bonhoeffer

«Ditegli che questa è la fine per me, ma anche l’inizio. Insieme a lui credo nel principio della nostra fratellanza universale cristiana che si eleva al di sopra di ogni interesse nazionale e credo che la nostra vittoria è certa…».

Così Dietrich Bonhoeffer, l’8 aprile 1945, – giorno prima della sua impiccagione – nel messaggio affidato a un compagno di prigionia e destinato all’amico George Bell, vescovo anglicano di Chichester, conosciuto nel 1933. Era un saluto sprigionatosi di domenica, dal cuore di un uomo libero, calato nel mondo e nella signoria di Gesù Cristo, un cristiano consapevole di un destino di eternità.

Kamal Saleem

Kamal Saleem è nato in Libano in una devota famiglia musulmana. Ricorda che quando aveva 4 anni era seduto al tavolo di cucina con la madre che gli insegnava il Corano e il suo dovere con Allah in un jihad, una guerra santa.

livatino

«Si è affermato, a partire della metà degli Anni ’60, che il magistrato possa e debba interpretare la norma scegliendo il significato che, a suo giudizio, meglio asseconda le trasformazioni della società. In realtà, il compito del magistrato è e rimane quello di applicare le leggi che la società si dà attraverso le proprie istituzioni. Il giudice non può e non deve essere un protagonista occulto dei cambiamenti sociali e politici. (…) L’indipendenza del giudice è anche nella sua moralità, nella trasparenza della sua condotta dentro e fuori delle mura del suo ufficio. Solo se il giudice realizza in sé stesso queste condizioni, la società può accettare ch’egli abbia sugli altri un potere così grande come quello che ha». 

Nauman_Masih_ansa_01

Il 15 aprile rendeva l’anima a Dio Nauman Masih. Chi se n’è accorto? E’ stato aggredito per strada da alcuni coetanei che andavano in moschea. Sei cristiano? Risposta affermativa e tanto basta. Pestato, cosparso di benzina ed arso vivo, è riuscito a sopravvivere per altri 5 giorni col 55% del corpo ustionato all’ospedale di Lahore in Pakistan. Pareva che ce la facesse; anche a detta dei medici.

Quanti fedeli del desacralizzato occidente ex-cristiano andrebbero alle funzioni religiose pur avendo il dubbio di non tornare a casa? E quanti porterebbero con loro i propri figli sapendo di rischiarne la vita? Nei paesi dove i cristiani sono perseguitati e massacrati, la domanda si accende nella mente di tanti, ma evidentemente fede e coraggio non vengono meno; tutt’altro. Si usa solo qualche prudenza in più, come mettere guardie all’ingresso delle chiese.   Akash Bashir, pakistano, neanche diciannovenne, era cristiano e…

Gerard Depardieu
Gerard Depardieu

 Gerard Depardieu è il più grande attore francese vivente. Quanto ci mancherebbe il suo naso “eccessivo”, il suo atteggiamento sanguigno, la sua faccia dura eppure tanto umana? Egli ha prestato il suo volto insolente e il suo corpo massiccio a tanti personaggi della cultura francese: da Cyrano de Bergerac ad Obelix, da Jean Valjean a Cristoforo Combo, da Jacques de Molay al cardinale Mazzarino, ai personaggi dei “tre moschettieri”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Close