Giornata Nazionale per il Diritto di Priorità Educativa della Famiglia

Si avvicina il giorno della protesta, 4 Dicembre,  indetto da “Generazione Famiglia” (già Manif Pour Tous Italia), cui hanno aderito ProVita, Voglio la Mamma e i Giuristi per la Vita e appoggiata anche da Cristiani per la Nazione.

Il 4 dicembre le famiglie che a loro volta aderiscono alla protesta decideranno di non mandare i bambini a scuola.

Le Associazioni, intanto, hanno chiesto un incontro urgente col Ministro dell’Istruzione per porre un freno a questo sopruso.

Il prossimo 4 dicembre, quindi, sarà la “Giornata per il Diritto di Priorità Educativa della Famiglia”.

Le famiglie sono invitate, inoltre, ad aderire alla campagna “Operazione Caro Ministro“, spedendo al Ministero dell’Istruzione una lettera cartacea, per dare maggior eco alla gravità del momento. Scopo dell’evento è sensibilizzare ulteriormente il Ministero circa l’ingresso nelle scuole di corsi e progetti sulla sessualità e sull’affettività fondati sull’ideologia Gender, che tratta le differenze tra uomini e donne come stereotipi culturali da cancellare.

“Abbiamo pensato questa iniziativa perché dopo la manifestazione del 20 giugno il MIUR ha risposto al disagio di centinaia di migliaia di famiglie con indifferenza e minacce”, afferma il portavoce di Generazione Famiglia Filippo Savarese. “La famiglia ha il diritto di priorità nell’educare i propri figli su temi delicati ed essenziali come la sessualità e l’affettività, ma in questi anni l’attivismo delle associazioni Lgbt nelle scuole sta ledendo questo diritto fondamentale. Chiediamo al Ministro un incontro urgente per porre un freno a questo inaccettabile sopruso, e alle famiglie di sostenere questa richiesta partecipando con coraggio alla Giornata Nazionale”, conclude Savarese.

Si può aderire all’Operazione Caro Ministro cliccando qui, per spedire al MIUR una lettera, che potete scaricare qui.

Di seguito riportiamo le iniziative previste da La Manif Italia – Generazione Famiglia

Caro amico, cara amica,

con la grande Convention del 17 ottobre al Teatro Adriano di Roma abbiamo rilanciato il nostro impegno per il bene della famiglia e delle future generazioni alla presenza di ospiti illustri, e con l’occasione La Manif Pour Tous Italia si è trasformata in Generazione Famiglia (nuovo sito: www.generazionefamiglia.it).

Abbiamo inaugurato una vasta campagna nazionale contro l’ideologia del Gender, e abbiamo deciso di nominare il 4 dicembre Giornata Nazionale per il Diritto di Priorità Educativa. Per questo motivo Generazione Famiglia e le associazioni che hanno aderito all’iniziativa – ProVita Onlus, Voglio la Mamma e i Giuristi Per la Vita – propongono per il prossimo 4 dicembre due importanti iniziative: 

  • La prima è simbolica: un giorno di assenza dei nostri figli da scuola, il 4 dicembre. Un giorno in cui, non in polemica col singolo istituto, la famiglia ricorda simbolicamente che è lei ad avere il diritto di priorità nell’educazione sessuale, affettiva e morale dei propri figli.
  • La seconda iniziativa è invece pratica, e necessita del massimo coinvolgimento popolare: spedire tutti insieme entro il 4 dicembre una lettera al Ministro dell’Istruzione, ribadendo con fermezza che quello che sta coinvolgendo centinaia di migliaia di famiglie in tutta Italia non è un esempio di psicosi collettiva, ma è il segno di un disagio molto profondo che rende i genitori insicuri dell’istituzione scolastica e delle linee politiche nazionali alle quali risponde in questi tempi. Chiediamo a tutte le famiglie di stampare la lettera, compilarla con data, luogo e firma e spedirla al Ministero. La lettera è personalizzabile e scaricabile qui (http://primalafamiglia.it/operazione-caro-ministro/). Spedite la lettera a Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini – Viale Trastevere, 76/a – 00153 Roma.
Carissimi amici, queste due iniziative, a cui vi chiediamo di aderire con coraggio e decisione, per il bene dei nostri figli, non intendono creare steccati o contrapposizioni, ma solamente ribadire in modo molto chiaro che c’è oggi chi vuole privare le famiglie del diritto supremo di educare i loro figli su ambiti delicati e intimi come la sessualità e l’affettività. Non possiamo permetterlo.

4 dicembre, Giornata Nazionale per il Diritto di Priorità Educativa della Famiglia. Coraggio, per i nostri figli.

About The Author

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close